Legge Salvini: ecco i nuovi motivi per richiedere il permesso di soggiorno

Pubblicato il da di Redazione

Fino a ieri il permesso umanitario aveva una durata di due anni e consentiva a chi lo otteneva di poter lavorare, iscriversi alle graduatorie per l'assegnazione di alloggi popolari e usufruire delle prestazioni sociali. Con l'introduzione del decreto legge voluto dal ministro Salvini viene abrogato definitivamente l'istituto del permesso di soggiorno per scopi umanitari e vengono introdotti dei permessi speciali per i seguenti motivi:

-gravissime condizioni di salute

-eccezione stato di calamità del Paese di origine, di altri sei mesi se persiste l'impedimento al rientro

-atti di particolare valore civile

-vittima di tratta

-violenza domestica

-grave sfruttamento

Per questi motivi, l'immigrante potrà beneficiare di permessi temporanei della durata di un anno. Organo competente in caso di controversie, sono le sezioni specializzate in materia d'immigrazione secondo il rito sommario di cognizione.

Con tag diritto, persone

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post