La privacy su Tinder: 800 pagine di dati personali

Pubblicato il

La privacy su Tinder: 800 pagine di dati personali

Una giornalista francese Judith Duportail ha chiesto all'app Tinder ormai conosciuta in tutto il mondo, in base alla direttiva sulla privacy Ue, tutti i dati memorizzati sui server; dopo alcuni giorni le sono stati consegnati in carta stampata 800 pagine ed è rimasta letteralmente sconvolta da tutte quelle informazioni personali. Tutte queste informazioni sono importantissime per l'azienda anche per personalizzare l'esperienza di ogni utente. I dati personali oramai sono come il petrolio per l'economia digitale, quelli dei consumatori vengono commercializzati e scambiati, oltre ad essere utilizzati per confezionare esperienze d'uso e per fini pubblicitari. Inoltre su Tinder si legge che tutte le chat, informazioni personali e comunicazioni non si dovrebbe aspettare che rimangono al sicuro.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post