Il motore di ricerca Google deve cancellare tutti gli URL di un vip

Pubblicato il da Redazione

Il Garante della Privacy ha ordinato di rimuovere tutti gli URL riguardanti un cittadino italiano, nel rispetto del diritto all'oblio. L'interessato, un professore italiano residente all'estero ha ottenuto la deindicizzazione di tutti gli url europei ed extraeuropei, che rimandavano ad articoli anonimi pubblicati su forum o siti amatoriali giudicati pesantemente offensivi della propria reputazione. Erano riportate informazione del tutto false sulla sua condizione di salute e su reati commessi dallo stesso inerenti la sua attività di professore. Il Garante ha riconosciuto pienamente la legittimità alla deindicizzazione del nominativo da tutti i siti perché il perdurare di contenuti errati ed inesatti sulla sua salute  e professione causavano un impatto negativo sulla sua sfera privata. In particolare la diffusione di dati sulla salute è un fatto grave, secondo anche quanto disposto dal Codice della Privacy e dalle linee guida dei Garanti europei.

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post