Il condominio non può opporsi all'avvio di un B&B all'interno del palazzo.

Pubblicato il da Redazione

Avviare una casa vacanze, all'interno di un condominio non è vietato e non può vietarlo il condominio cosi' ha deciso il Tribunale di Roma nella sentenza n°17745 del 26/09/2016, un fenomeno sempre in crescita nel nostro paese che, molte volte trova l'opposizione del condominio. Il regolamento condominiale ha natura contrattuale, può contenere delle limitazione, divieti alle destinazioni degli appartamenti; tuttavia le limitazione devono espresse e non possono essere desumibili dalla lettura del regolamento di condominio. Concludendo, qualora non ci sono limitazioni le case vacanza, B&B sono attività che possono sempre essere esercitate, come ha stabilito anche la Corte di Cassazione con la sentenza n° 24727/14 stabilendo che l'attività di affitacamere può regolarmente essere svolta all'interno di un condominio in quanto non stravolge la destinazione a civile abitazione dei locali, che al contrario risulta essere il presupposto.

 

Con tag condominio

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post