Subentro Agenzia delle Entrate ad Equitalia non esiste interruzione del processo

Pubblicato il da Redazione

I vecchi processi nei quali è costituita Equitalia non si interrompono, cosi' ha stabilito la Corte di Cassazione con un ordinanza n.15003 8 giugno. Oramai come tutti sanno Equitalia è scomparsa o meglio cancellata d'ufficio dal registro delle imprese ed estinta senza la procedura di liquidazione. A partire dal 10 luglio 2107 come previsto dal D.L  22 ottobre 2016 n.193 convertito con modificazione dalla legge 1 dicembre 2016 n. 225 le funzioni di riscossione nazionale sono svolte interamente dall' ADER (Agenzia Delle Entrate Riscossione) ente sottoposto alla vigilanza del ministero dell'economia e delle finanze. Tale ente è subentrato a titolo universale, nei rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali della società Equitalia. La decisione della Corte di Cassazione nasce in seguito ad un ricorso di un contribuente il quale depositava memoria ex art.348 c.p.c. a seguito della fissazione dell'udienza pubblica per la discussione del ricorso da questi proposto avverso la sentenza emessa dalla Commissione Tributaria Regionale. La richiesta avveniva dopo la cancellazione dal registro delle imprese della società Equitalia. Secondo la Corte di Cassazione con orinanza n.15003 8 giugno, sul piano processuale con l'estinzione della società del Gruppo Equitalia e l'istituzione dell'Agenzia delle Entrate Risossioni si è verificato una successione nei singoli rapporti facenti capo alle precedenti concessionarie del servizio di riscossioni e non una successione nel processo.

 

Con tag diritto

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post