La pubblicazione del testamento

Pubblicato il da Redazione

La pubblicazione del testamento è un procedimento a cura del notaio, a seguito del quale il testamento olografo e quello segreto diventano eseguibili, si darà attuazione della volontà del defunto. Il testamento può essere olografo, in questo caso il notaio da comunicazione agli eredi e legatari di cui si conosce residenza o domicilio. Procede, in presenza di due testimoni, alla sua pubblicazione, redigendo un verbale nel quale accerta l'identità di chi glielo consegna, descrive lo stato del testamento e ne riproduce  il suo contenuto testuale. Il verbale sarà firmato dalla persona che ha presentato il testamento e dai due testimoni. Il verbale sarà registrato presso l'Agenzia delle Entrate territorialmente competente, una copia invece viene inviata alla cancelleria del Tribunale nella cui giurisdizione si è aperta la successione. 

Il testamento può essere segreto, il notaio non appena ha notizia della morte del testatore, apre la busta sigillata che contiene il testamento, e lo pubblica redigendo nella forma degli atti pubblici, verbale nel quale descrive lo stato del testamento, riproduce il contenuto e fa menzione della sua apertura. Una copia del verbale sarà trasmesso alla cancelleria del tribunale, nella cui giurisdizione si è aperta la successione.

Il testamento può essere pubblico, in questo caso non viene pubblicato perché è già pubblico, alla morte del testatore il notaio trasmette copia in carta libera del testamento alla cancelleria del luogo in cui si è aperta la successione e ne comunica l'esistenza agli eredi o legatari di cui conosca domicilio o la residenza.

 

Con tag persone, @diritto

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post