Multe: obbligo di comunicare i dati del conducente

Pubblicato il da Redazione

L'art 126 bis. c.d.s. pone un obbligo in capo al proprietario dell'autoveicolo multato in particolare il comma 2 stabilisce: la comunicazione deve essere effettuata a carico del conducente quale responsabile della violazione; nel caso di mancata individuazione di questi, il proprietario del veicolo, ovvero altro obbligato in solido ai sensi dell'art.196, deve fornire all'organo di polizia che procede, entro 60 giorni..... il proprietario del veicolo che omette, senza giustificato e documentato motivo di fornirli è soggetto alla sanzione amministrativa. Obbligo sia per la persona fisica che per la persona giuridica. La Cassazione, si è pronunciata spesso, in tempi recenti con sentenza n.8696/2016 sez. civ. ha stabilito, il proprietario non può ritenersi esonerato con una mera dichiarazione di non essere in grado di indicare i dati del conducente, e che comunque la competenza a valutare ogni singola vicenda, la condotta e l'idoneità delle giustificazioni fornite dal proprietario reticente spetta al Giudice. Ancora la Cassazione con un'ordinanza la n.9555 del 18/04/2018 ha riconosciuto al proprietario del veicolo la facoltà di essere esonerato dalla responsabilità di comunicare i dati del conducente qualora vi sia una impossibilità comprovata di rendere una dichiarazione differente rispetto a quella puramente negativa. Quindi deve essere sanzionato il rifiuto alla collaborazione e non l'inefficacia della collaborazione prestata, distinguendo il comportamento del proprietario che si disinteressa dalla richiesta da quello che fornisce una dichiarazione pure negativa. Risulterà molto difficile fornire i dati quando l'autovettura è utilizza da molti conducenti, inoltre bisogna considerare anche il lasso di tempo trascorso dal giorno dell'infrazione alla notifica del verbale. Anche se viene fornita una valutazione meramente negativa, sarà sempre il Giudice a valutare l'idoneità delle giustificazioni fornite.

 

Con tag diritto, persone

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post