Il contratto preliminare

Pubblicato il da di Redazione

Il contratto preliminare è quel contratto con cui le parti si obbligano a stipularne uno in futuro. Il consenso delle parti per la stipula del preliminare è regolato dall'art.1326 c.c. e ss. Il contratto preliminare ha ad oggetto qualunque tipologia di contratto. Un preliminare senza un termine per stipulare un definitivo non invalida il preliminare poiché non rientra tra i requisiti essenziali. Nel caso in cui le parti hanno interesse ad un'apposizione di un termine di adempimento possono rivolgersi ad un giudice ex art.1183 c.c. per la fissazione dello stesso contratto definitivo, oppure potranno ottenete un termine per la stipula del definitivo, tenendo conto il periodo ordinario di prescrizione a far data dalla stipula del preliminare. Quando invece nel preliminare viene apposta una condizione, le parti si impegneranno a concludere il definitivo solo nel caso in cui si verifichi una determinata fattispecie. Dal preliminare deriva l'obbligo per le parti di prestare il consenso per la conclusione del definitivo.

Può verificarsi che una delle parti si rifiuti di stipulare il definitivo, l'altra parte potrà invocare l'art.2932 c.c.''Esecuzione specifica dell'obbligo di concludere un contratto'' che concede alla parte adempiente la possibilità di ottenere una sentenza che produca gli stessi effetti del contratto non concluso. Se poi, la parte che non è inadempiente, non è interessata all'esecuzione specifica dell'obbligo di concludere il contratto, potrà agire, richiedendo la risoluzione del contratto e il risarcimento del danno da inadempimento. 

L'art.1385 c.c. permette alle parti di introdurre nel contratto preliminare la caparra confirmatoria, in base alla quale se la parte che ha dato la caparra è inadempiente, l'altra può recedere dal contratto trattenendo la somma ricevuta come caparra, se invece è inadempiente la parte che ha ricevuto la caparra, l'altra potrà recedere dal contratto e richiedere il doppio della caparra. Un'altra forma di garanzia è la caparra penitenziale ex.art.1386 c.c. che ha la funzione di corrispettivo del recesso, in questo caso la parte recedente perde la caparra data o deve restituire il doppio di quella che ha ricevuto.

 

Con tag diritto

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post