Whatsapp con uno squillo veniva violata la privacy

Pubblicato il da di Redazione

Nei giorni scorsi Whatsapp aveva una falla nel sistema, risucchiava tutti i dati degli utenti violando palesemente la privacy. Non c'era bisogno neanche di rispondere alla chiamata Whatsapp che bastava un semplice squillo per impossessarsi dei dati degli utenti. Come ha dichiarato il responsabile dell'applicazione acquisita poi da Facebook, si trattava di un'azienda che grazie ad un software riusciva a rubare dati, addirittura era un'azienda che negli anni scorsi aveva collaborato con dei Governi.

Sicuramente non esiste nessuna tecnologia sicura da garantire la privacy totale di un cliente, adesso che è stato lanciato l'aggiornamento è stato tutto risolto. Fanno sapere da Whatsapp, che i dati sottratti agli utenti, sono pochissimi rispetto ai miliardi di clienti che hanno scaricato l'app sul proprio cellulare.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post