Condannata una donna, pubblicava foto su Facebook con il suo ex

Pubblicato il da Redazione

Una donna aveva pubblicato sul social network centinaia di foto che la ritraevano con il suo ex partner, dall'altra parte il vecchio compagno non aveva gradito e con l'invio di una una raccomandata la invitava ad eliminare tutte le foto che lo ritraevano insieme.

Alla fine la donna non provvedendo alla rimozione delle foto, fu citata in giudizio dal suo ex partner, veniva condannata e obbligata a cancellare tutte le foto dal suo profilo che la vedevano con il ricorrente, veniva applicato l'ex art. 614 bis c.p.c. stabilendo una corresponsione di euro 2 per ogni giorno di ritardo  per la cancellazione delle fotografie.

Il Tribunale adito è quello di Bari, (Sez. I, Ord., 07.11.2019)  stabiliva che la pubblicazione di una foto costituisce il trattamento di un dato personale, quello che non è chiaro se può trovare applicazione il Regolamento europeo anche se lo stesso regolamento non chiarisce quali attività di social network non rientri nell'applicazione dello stesso Regolamento. Il Tribunale richiamava la normativa sul diritto all'immagine art.10 c.c. e L. 633 del 1941 e il Regolamento UE 679/2016 art 6 liceità del trattamento, tutela alla riservatezza.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post