Video porno messi online a loro insaputa, la Corte Californiana riconosce un risarcimento milionario

Pubblicato il da Redazione

Alcune donne, in  California, hanno risposto ad un annuncio di lavoro in cui si ricercavano ragazze di bella presenza per un lavoro da modella, per ragazze di età compresa tra 18 e 22 anni. Dopo aver risposto all'annuncio, hanno capito poi, che si trattava di una inserzione in cerca di attrici porno. Molte ragazze hanno sostenuto di aver girato le scene hard, sotto minaccia e con la garanzia che tutto il materiale non sarebbe mai stato pubblicato online, ma solo venduto in DVD per ricchi residenti in paesi dell'Australia e nuova Zelanda.

Alla fine non è andata cosi', i video sono stati messi sui principali siti porno e hanno avuto una visualizzazione di miliardi di utenti.

Come riferisce il giornale The Guardian, la Corte superiore di San Diego in California ha deciso che il sito porno neozelandese, dovrà risarcire 13 milioni di dollari a 22 donne, perchè raggirate e i loro video sono stati messi online a loro insaputa.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post