Hacker perforano Zoom, dati in vendita nel dark web.

Pubblicato il da Redazione

In questo periodo l'app Zoom ha avuto un grande successo, ma nei giorni scorsi ha subito un attacco hacker e oltre 500 mila dati di utenti sono stati messi in vendita nel dark web.

Secondo una società di consulenza  informatica le credenziali messe in vendita costano 0,002 centesimi di dollari ciascuno. L'attacco hacker si è verificato attraverso un ''credential stuffing'' consiste nel fatto che molti utenti utilizzano le stesse password per più applicazioni, servizi e siti. Sono stati violati anche gli account di siti prestigiosi come Chase e Citibank.

Oltre le problematiche iniziali avute da Zoom, durante le videoconferenze c'erano intrusioni, comparivano scene hard e per questo motivo era stata accusata di violazione della privacy. Ora dovrà affrontare quest'altro problema, cosi' i manager di Zoom hanno deciso di affidarsi ad un esperto consulente ex capo di sicurezza di Facebook, docente alla Stanford University, Alex Stamos.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post